Un'inchiesta sullo stop al credito

Pubblicato marted 10 aprile 2012 da Massimo Lanzilotti in: Aggiornamenti

Ho appreso pochi giorni fa da “Il Giornale di Vicenza” che è stata già avviata da parte di una Procura un'inchiesta sullo stop al credito delle banche italiane nonostante i prestiti della Bce. Questa notizia è stata annunciata dal senatore dell'Idv Elio Lannutti, secondo il quale la Gdf acquisirà i tabulati per verificare le decisioni degli istituti di credito. Inoltre Lannutti annuncia una seconda denuncia, contro l'ex ministro al Tesoro, Giulio Tremonti, e il presidente dell'Abi, Giuseppe Mussari, dopo la sentenza della Corte Costituzionale sull'anatocismo. Lannutti commenta le plusvalenze ottenute dalle banche sottoscrivendo titoli di Stato ricordando: «abbiamo già denunciato le banche a diverse procure. E ora una (ma Lannutti non dice quale, ndr) ha avviato un'inchiesta. E attraverso la Guardia di Finanza acquisirà dati e tabulati per capire perchè questa stretta al credito. Come le banche usano i soldi. La nostra denuncia è anche per istigazione al suicidio. Non si capisce perchè le banche revocano il fido agli imprenditori in 24 ore». Ma è in arrivo anche un'altra denuncia ed è indirizzata all'ex ministro Tremonti e al presidente dell'Abi Mussari per le decisioni relative all'anatocismo bancario (gli interessi sugli interessi). Lannutti ricorda che «nel dicembre 2010 avevamo ottenuto una sentenza della Corte di Cassazione a sezioni unite sulla prescrizione dell'anatocismo. Ma poi Mussari è andato da Tremonti e l'ha ricattato: “o intervieni o non sottoscriviamo più titoli di Stato”. Tremonti è intervenuto con il decreto milleproroghe. Ma ora, dopo la recente sentenza della Consulta abbiamo deciso di denunciarli». Proprio pochi giorni fa (il 5 aprile) è arrivata la sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittima la norma, contenuta nel decreto Milleproroghe di fine 2010, sull'anatocismo bancario. Frattanto si apprende che le banche dell'eurozona hanno incassato una plusvalenza del 13% sui titoli di Stato italiani nel periodo tra l'annuncio del primo maxi-prestito della Bce l'8 dicembre scorso e la fine del primo trimestre dell'anno, secondo quanto scrive Bloomberg. Nello stesso periodo i titoli di Stato della Spagna hanno generato un ritorno del 6%.

La Bce continua a dare soldi alle banche ma le banche non concedono né fidi, né finanziamenti e mutui.

E in tutta questa situazione, agli imprenditori chi ci pensa?

 

LM Lab è un team di professionisti che, da oltre dieci anni e su tutto il territorio nazionale, svolge attività di consulenza strategica e controllo di gestione finanziaria. Nel dettaglio ci occupiamo del rapporto Banca-Impresa, di analizzare e risolvere tutte le problematiche che ogni azienda incontra nella sua vita d'impresa con il sistema bancario.


Via C. Alberto 11, 72012 Carovigno BR
tel 0831 095168
fax 0831 1810995
mail info@lmlab.it
web www.lmlab.it